E’ iniziata la Settimana Agostiniana Pavese

Cari amici,

si è aperta oggi la Settimana Agostiniana Pavese, voluta per meglio ricordare il Battesimo di Sant’Agostino, avvenuto il 24 aprile 387. Vi ricordiamo i principali appuntamenti:

Il 21 Aprile ore 21  in Basilica Concerto “Surge, o felix anima. Musica nei conventi femminili tra XVI e XVII secolo”: mottetti e sonate di Caterina Assandra e Isabella Leonarda

Il 22 Aprile la Lectio Augustini nell’Aula Foscolo dell’università di Pavia sul “De Trinitate” di S. Agostino, Libri V-VIII. Moderatore Luca Vanzago dell’Università di Pavia:
ore 9.45    Introduzione ai lavori
ore10.00    Libro V (Nello Cipriani dell’Augustinuanum di Roma)
ore 11.00    Libri VI-VII (Antonio Zani della Facoltà Teologica di Milano)
ore 15.00    Libro VIII (Luigi Gioia dell’Anselmiano di Roma)
ore 16.00    Domande ai relatori e conclusioni

La settimana si conclude domenica 26 Aprile con l’incontro dei laici agostiniani del nord Italia (ore 11-19,30). Alle ore 18.30 S. Messa e chiusura dell’Arca di S. Agostino, presieduta da Mons. Giovanni Scanavino

Locandina del Concerto del 21 aprile

Locandina del Concerto del 21 aprile

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Comitato Pavia città di sant'Agostino, Settimana Agostiniana Pavese | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Buona S. Pasqua!!!!

“La risurrezione del Signore è la nostra speranza” (S. Agostino, Discorso 261)

Dalla comunità agostiniana della BAsilica di San Pietro in Ciel d’Oro: Buona S. Pasqua!!

Arca marmorea, imponente monumento sacro

Arca marmorea, imponente monumento sacro

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Arca di sant'Agostino, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Lascia un commento

Il mese di aprile 2015 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Cari amici,

si avvicina la grande festa della S.Pasqua e nel foglio degli appuntamenti del mese di aprile della Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro trovate l’orario delle celebrazioni del Triduo Pasquale e delle S.Messe nel giorno di Pasqua.

Per consultare gli orari, vi invitiamo a cliccare qui: Appuntamenti in Basilica nel mese di aprile 2015

Richiamiamo la vostra attenzione sulla XLVII Settimana Agostiniana Pavese che si aprirà il prossimo 18 aprile alle ore 18.30 con la S. Messa e apertura dell’Arca di S. Agostino, presieduta da Mons. Giovanni Giudici, vescovo di Pavia. La prestigiosa Lectio Augustini si svolge il 22 Aprile nell’Aula Foscolo dell’università di Pavia sul “De Trinitate” di S. Agostino, Libri V-VIII. Moderatore Luca Vanzago dell’Università di Pavia

XLV Settimana Agostiniana Pavese

XLV Settimana Agostiniana Pavese

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

Domenica delle Palme, 2015

Cari amici,

nella Domenica delle Palme festeggiamo con i nostri ulivi l’ingresso di Gesù a Gerusalemme; la regalità del Figlio, vilipesa nell’insulto,  nel corpo di un innocente condannato ed esposto,  coincide con l’inizio della sua Passione, in cui Egli diventa pienamente Servo nell’umiliazione e nel dono totale.

Inizia la Settimana più importante dell’anno e di ogni tempo: si compie nel Figlio l’Amore di Dio per l’uomo, sua creatura. Scrive Agostino: “i patimenti che il nostro Signore ha sofferto ad opera dei nemici li ha sofferti per la nostra salvezza e perché ne traessimo profitto per la vita presente, in quanto egli si è degnato sopportarli per darci un esempio di pazienza, e così noi, se Dio vorrà che soffriamo qualcosa per la verità del Vangelo, non ci sottraiamo a tali sofferenze…”

E con Anna:

“ora raccogli nella tua mano

il mio pianto umano di madre,

perché atroce è ovunque la morte

innocente, come una pietra

sul cuore la pena invincibile.

Dio mio, perché mi hai abbandonato”

Davanti all'Arca di Sant'Agostino

Davanti all’Arca di Sant’Agostino

Scrive ancora Agostino: “Ci diede un esempio di sopportazione e, camminando avanti a noi, ci mostrò cosa debba fare colui che vuole seguirlo. È quanto ci esortò a fare con la sua parola, quando disse: Colui che mi ama prenda la sua croce e mi segua. Porta in certo qual modo la sua croce colui che sostiene [il peso del]la sua mortalità”

Il silenzio di Gesù renda silenzioso il nostro cuore; solo nella povertà del silenzio possiamo contemplare il Crocifisso e meditare l’obbedienza, l’offerta totale d’amore di Cristo che nella morte raccoglie e ridona la vita.

E ancora Anna:
” E’ l’ora in cui muore

la voce nel corpo spezzato, nel pane

diviso….

Lo so, la Pasqua è vicina e la vita.”

Sia Pasqua di Resurrezione per noi, amici

Anna e Marco

Commento alle letture della Domenica delle Palme 2015

Pubblicato in Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

V Domenica di Quaresima, 2015

Cari amici,

il  profeta Geremia si rivolge al popolo di Israele con la promessa di un Dio vicino all’uomo e gli uomini, da sempre, seguendo il desiderio dell’anima cercano un assoluto nella vita, talvolta sbagliando,  amando fantasmi secondo la loro fragilità. Cristo è la nuova alleanza, Dio che si manifesta uomo-Figlio nell’imparare l’obbedienza dalle cose che patì e causa di salvezza per coloro  che gli obbediscono ( Paolo). E’ una lezione durissima questa: l’imparare dal patire, che era già della sapienza greca, in Gesù l’imparare dal patire l’obbedienza al Padre come atto estremo di libertà. Cristo si fa uomo fino alla morte perché se il chicco di grano muore porta molto frutto. Agostino nel commento al Vangelo di Giovanni scrive: “ E’ venuta l’ora in cui il Figlio dell’uomo deve essere glorificato; se il chicco di frumento muore, porta molto frutto… Poi le parole seguenti: Chi mi serve, mi segua; e dove sono io, ivi sarà anche il mio servitore (Gv 12, 26), mi infiammano a disprezzare il mondo, e tutta questa vita, per lunga che sia, mi appare un soffio e quasi nulla; e l’amore delle cose eterne svilisce quelle temporali.”… . E ancora  “Ora l’anima mia è turbata. Che vuol dire? Come pretendi che l’anima mia ti segua, se vedo l’anima tua turbata? Come potrò io sostenere ciò che fa tremare la tua solidità? “ Ma il Signore ci dice: “Potrai seguirmi con più coraggio, poiché io mi sostituisco a te in modo che tu rimanga saldo: hai udito come tua la voce della mia potenza, ascolta in me la voce della tua debolezza; io che ti do la forza per correre, non rallento la tua corsa, ma facendo passare in me la tua angoscia ti apro il varco per farti passare.”

La Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro gremita

La Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro gremita

Scrive Michele:

” Perso negli anni, tremulo, nascosto,

attingo a mani basse dal passato,

dagli amici che sempre sono qui

e abbracciano la mia malinconia.

Con loro sarà più lieve un’altra vita

e assaporare di nuovo l’accecante

dolcezza del futuro.

Pietà di me o Dio nel tuo amore

Buona domenica

Anna e Marco

Commento alle letture della V domenica di Quaresima 2015

Pubblicato in Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

IV Domenica di Quaresima 2015

Cari amici,  anche noi, nella vita, riviviamo l’esperienza di Israele: quando il tempio è bruciato, quando le chiese sono vuote,  quando tutto sembra perduto secondo il nostro giudizio razionale e le nostre aspettative, Dio premurosamente ed incessantemente si fa presente. Forse non cambia la situazione esterna, ma, se accettiamo, ci riporta con la sua Parola, col suo amore, al senso dell’affidarci alla speranza e ci riconduce dall’esilio alla nostra terra, dalla nostra lontananza da noi a noi stessi, con l’invito a guardare al Figlio dell’Uomo innalzato perché chiunque creda in Lui abbia la vita.

Mostra Sant'Agostino (foto di repertorio)

Mostra Sant’Agostino (foto di repertorio)

Scrive Agostino:” … Il Signore, infatti, ordinò a Mosè di fare un serpente di bronzo, e di innalzarlo su un legno nel deserto… affinché chiunque fosse morsicato, volgesse lo sguardo verso quel serpente innalzato sul legno. Così avvenne; e tutti quelli che venivano morsicati, guardavano ed erano guariti Che cosa sono i serpenti che morsicano? Sono i peccati che provengono dalla carne mortale. E il serpente innalzato? la morte del Signore in croce… Il morso del serpente è letale, la morte del Signore è vitale… Esiterò a dire ciò che il Signore si degnò di fare per me? Forse che Cristo non è la vita?..E tuttavia Cristo è morto. Ma nella morte di Cristo morì la morte, perché la vita, morta in lui, uccise la morte e la pienezza della vita inghiottì la morte.”

E con Anna:

“…Stagioni liete feconde sprofondano

mie nel lungo respiro del tempo,

memorie d’inquietudine e d’abbracci,

di comunione, d’amici e canzoni…”

e ancora

“So che la tua parola germoglia

segreta nella terra dell’anima.

Vorrei, più sola, lasciar che m’abbracci

nel cieco abisso della mia preghiera

che cerca Te, sospirando l’aurora”

Buona Domenica

Anna e Marco

Commento alle letture della IV domenica di Quaresima 2015

Pubblicato in Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , , | 1 commento

III Domenica di Quaresima 2015

Cari amici,

le letture della III Domenica di Quaresima si inquadrano ancora nel tema dell’alleanza, il Signore è l’unico Dio e chiede al suo popolo di corrispondere al suo patto d’amore con un atteggiamento interiore di fedeltà e giustizia. Il passo del Vangelo di Giovanni ci propone un Cristo forte che scaccia i venditori dal tempio di Gerusalemme e, con autorità di maestro,  riporta al culto vero di Dio che si consuma nella sua persona, nel ”tempio del suo corpo”. . Il Signore Gesù riporta all’interiorità di ogni uomo il rapporto vero con Dio, ci mette di fronte al pericolo di fare mercato del tempio, della casa, di noi stessi e non invece apertura, offerta, affidamento, contemplazione.

Scrive Agostino:” Ecco, quel tempio era soltanto una figura, e tuttavia da esso il Signore cacciò fuori tutti quelli che erano andati a fare i loro interessi, come ad un mercato… Chi sono, quelli che nel tempio vendono? Sono coloro che nella Chiesa cercano i propri interessi e non quelli di Gesù Cristo…

E chi è divorato dallo zelo per la casa di Dio? Colui che quando vede che qualcosa non va, si sforza di correggerla, cerca di rimediarvi, non si dà pace: se non trova rimedio, sopporta e geme… Ti divori, dunque, lo zelo per la casa di Dio. Ogni cristiano sia divorato dallo zelo per la casa di Dio, per quella casa di Dio di cui egli fa parte… voi conoscete in concreto le occasioni che Dio vi offre, come si serve di voi per aprire la  porta alla sua parola…”

E con Michele:

“Vieni ancora da me, sciogli la pena

ora che qualcosa sta cambiando

e accompagnato da un vento silenzioso

che odora di fiume e d’acqua

pare accogliere la terra il nuovo sole

e nel moto incostante della brezza

rimaniamo sorpresi dalla vita…

Ma bello è questo impeto d’ali,

più prezioso dell’oro, più dolce del miele”

 

Buona Domenica

Anna e Marco

Commento alle letture della terza domenica di Quaresima 2015

Mostra Sant'Agostino (foto di repertorio)

Mostra Sant’Agostino (foto di repertorio)

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato , , | Lascia un commento