III Domenica di Quaresima 2019

Cari amici la lettura dell’esodo ci tramanda vivissimo il dialogo tra l’uomo e Dio. Ma dov’è possibile questo dialogo con Dio? Dio si muove verso l’uomo perché ascolta il suo grido, perché vede la sua sofferenza; l’uomo si avvicina a Dio perché attratto dai suoi segni, il fuoco che non consuma, la sua voce. Agostino ci aiuta a comprendere la parabola odierna:” Nostro Signore Gesù Cristo ci esorta ad essere alberi buoni per poter produrre frutti buoni… Non saranno frutti buoni se non quelli d’un albero buono. Cambia il cuore e si cambierà l’opera. Estirpa dal cuore l’avidità e piantaci la carità. Poiché allo stesso modo che l’avidità del denaro è la radice di tutti i mali, così la carità è la radice di tutti i beni” Gesù ci rammenta che l’odio è morte, la conversione è vita. Forse il Signore intesse il suo dialogo con noi, ognuno di noi, nei gesti della nostra vita, attraverso ogni atto d’amore, attraverso ogni condivisione fraterna, anche attraverso il dolore e la consolazione… E con Anna:

E mi consoli in uno sguardo amico,

in una voce amante cui dolce

compagna è la Parola. E sorgente,

e fuoco ardente, e grazia che attende

invisibili passi senza suono

che Tu raccogli nella tua mano,

ove frutti e fiori ràdichi in dono.

Buona Domenica

Anna e Marco

 

Scarica il commento alle letture della III Domenica di Quaresima 2019

Arca di Sant'Agostino, la Speranza

Arca di Sant’Agostino, la Speranza

 

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato ,

II Domenica di Quaresima 2019

Cari amici

il tema di questa seconda domenica di Quaresima è il rivelarsi di Dio al suo popolo.

Dio passa come fuoco nel sacrificio di Abramo e stringe un’alleanza col suo popolo. Dio entra nell’intimo del nostro essere creature e l’alleanza è il suo figlio Gesù. Scrive Agostino:” Il Signore in persona si fece splendente come il sole, i suoi abiti divennero bianchissimi come la neve e parlavano con lui Mosè ed Elia. Sì, proprio Gesù in persona.. divenne splendente come il sole, per indicare così simbolicamente di essere lui la luce che illumina ogni uomo che viene in questo mondo…”  E noi, piccoli uomini pieni di torpore, quasi non lo sappiamo, ascoltiamo un momento e poi dimentichiamo. Ma Dio è appena al di là del nostro sonno, dei nostri occhi chiusi, del nostro cuore serrato, vicino. Ancora Agostino:”Pietro aveva trovato la solitudine sul monte; lì aveva Cristo come cibo dell’anima. Perché avrebbe dovuto scendere per tornare alle fatiche e ai dolori mentre lassù era pieno di sentimenti di santo amore verso Dio? Scendi, Pietro; predica la parola di Dio, insisti in ogni occasione opportuna e importuna, rimprovera, esorta, incoraggia usando tutta la tua pazienza… Lavora, affaticati molto..affinché, mediante il candore e la bellezza delle buone opere, tu possegga  nella carità ciò ch’è simboleggiato nel candore delle vesti del Signore”

E con Michele

“ Nella notte

entri con me nei miei silenzi,

squarci le nubi, plachi ogni dolore

e ti curvi paterno nell’abbraccio.

 

Trasfigurano i volti, tra gli incontri Tu,

ritrovato nel volgere degli anni,

porto sicuro e vita che dà vita”

 

Buona Domenica

Anna e Marco

 

QUARESIMA2C19

Arca di Sant'Agostino

Arca di Sant’Agostino

 

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato

I Domenica di Quaresima 2019

Cari amici, inizia la grande preghiera della Quaresima: il cammino interiore in cui il deserto e il digiuno sono i passi d’una nuova libertà da noi stessi che ci portano a Dio con l’ascolto, con l’elemosina, cioè con la condivisione, oltre l’indifferenza e l’angoscia. Scrive Agostino: “ogni cupidigia umana è messa in moto dai desideri della carne, dalla bramosia degli occhi e dall’ambizione degli onori. Il Signore stesso fu tentato dal diavolo su queste tre concupiscenze….  La corrente delle cose temporali ci trascina dietro di sé: ma il Signore nostro Gesù Cristo nacque come un albero presso le acque di un fiume…Volle in certo modo mettere le sue radici presso il fiume delle cose temporali. Tu sei trascinato con violenza dalla forza della corrente? Attaccati al legno. Ti travolge l’amore del mondo? Stringiti a Cristo… “  e  più avanti “Se ricorderete queste parole e le praticherete, non avrete in voi la concupiscenza del mondo… allora permetterete alla carità di entrare in voi più largamente e così amerete il Signore.” E con le parole di Anna dedicate ad amici che ci hanno lasciato

“E la Tua voce in voci di pace

(voci di uomini e donne di Dio),

colmando baratri oscuri e deserti

ai passi incerti orienta il ritorno

perché Tu sei la casa. E nel canto

dei campi e del cielo ancora incanta

il cuore inquieto la tua armonia”

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica le riflessioni e le letture della I Domenica di Quaresima 2019

Particolare dell’Arca

Marzo 2019 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Cari amici ecco il foglio informativo degli avvenimenti di marzo 2019 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Quaresima, tempo di riconciliazione

E’ arrivato il tempo sacro nel quale mi sento in dovere di esortare caldamente la vostra carità a pensare più diligentemente all’anima e a contenere gli stimoli del corpo. Questi quaranta giorni sono i più sacri sopra tutta la terra, e il mondo intero, che Dio ha riconciliato a sé in Cristo, approssimandosi la Pasqua, li celebra solennemente con una pietà encomiabile. Se ci sono delle inimicizie che non dovevano sorgere o che dovevano estinguersi subito, ma che tuttavia han potuto perdurare tra fratelli fino ad ora sia per negligenza sia per ostinazione sia per una specie di vergogna non umile ma superba, almeno ora abbiano termine. Sopra di esse il sole non avrebbe dovuto tramontare; almeno ora, dopo tante levate e tramonti di sole, si estinguano anch’esse finalmente con il loro tramonto e non si rinnovino mai più con la loro levata. (S. Agostino, Discorso 209, 1)

Particolare dell'Arca di Sant'Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Particolare dell’Arca di Sant’Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato ,

Febbraio 2019 nella Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Cari amici,

in questo mese di febbraio vi ricordiamo che da giovedi 7  inizia la pia pratica dei 15 giovedì di S. Rita. Ss. Messe alle ore 9 e 18.30 con predica, preghiera a S. Rita e bacio della reliquia. Inoltre In occasione dell’annuale celebrazione della traslazione delle reliquie di S. Agostino a Pavia, sabato 23 Febbraio ci sarà una Giornata di studio dal titolo: “Agostino d’Ippona. Il corpo del Santo tra devozione, storia e arte” nella quale interverranno Maria Teresa Mazzilli, Attilio Mastino, Renata Crotti, Saverio Lomartire, Susanna Zatti, Don Fabio Besostri, P. Pasquale Cormio.

Qui potete scaricare il Foglio informativo degli eventi e delle ricorrenze di febbraio in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro.

Vi aspettiamo!

Arrivo delle reliquie di Agostino a Pavia

Arrivo del corpo di Agostino a Pavia

Pubblicato in Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato ,