Gennaio 2021 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Cari amici, ecco il Foglio Informativo degli appuntamenti di Gennaio 2021 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro.

A tutti un caro augurio per il nuovo anno

Scarica il foglio informativo degli eventi in gennaio 2021

Mettere i soldi delle armi in un fondo contro la fame. È l’idea di Papa Francesco nel messaggio per la 54ª Giornata mondiale della pace (1° gennaio 2021) «La cultura della cura come percorso di pace», «come impegno comune, solidale e partecipativo, per proteggere e promuovere la dignità e il bene di tutti e per interessarsi alla compassione, alla riconciliazione e alla guarigione, al rispetto, all’accoglienza», via privilegiata per la costruzione della pace. Il Papa si rivolge ai capi di Stato e di governo, alle Organizzazioni internazionali, ai capi spirituali e ai fedeli delle varie  religioni, a uomini e donne di buona volontà.

Chiostro della Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro

Chiostro della Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

 

 

 

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Gennaio 2021 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Buon S.Natale!

Buon S. Natale!
Buon S. Natale!
Commenti disabilitati su Buon S.Natale!

IV Domenica di Avvento 2020

Cari amici, la quarta Domenica di Avvento ci invita alla fiducia lieta nel Signore. Il Vangelo di Luca indica il compimento della promessa di Dio. La realtà del mistero che si compie in Maria e attraversa anche la nostra umanità in questo momento così difficile per noi e per il mondo intero.

 

Presepe San Pietro in Ciel d’Oro 2014



Scrive Agostino:” Maria credette e in lei quel che credette si avverò. Crediamo anche noi, perché quel che si avverò possa giovare anche a noi. Per quanto infatti anche questa nascita sia ammirabile, tuttavia, o uomo, tu puoi pensare che cosa il tuo Dio si è fatto per te, il Creatore per la creatura… il Figlio uguale al Padre non ha disdegnato di rivestirsi della condizione di servo per dei servi empi e peccatori” Sia quindi il nostro un Natale pieno di speranza proprio perché più solitario e povero a causa della pandemia, sia desiderio e amore, accoglienza di Dio e contemplazione del  mistero taciuto per secoli ma rivelato ora… a tutte le genti  perché obbediscano alla fede (Paolo). Natale è solo questo: Dio che viene incontro agli uomini, Dio che appartiene così fortemente ad ogni uomo da essersi fatto figlio perché noi fossimo figli, sua famiglia, suo popolo.

E con Michele:

“…Si rincorrono gli anni, alle mie spalle

la fiamma del cuore si rianima alla luce

di stille che piovono dal cielo.

Laggiù, alla fine del cammino,

una Donna ci dona la salvezza,

fedele e sicura alla Parola

che ogni storia cambia nel profondo.”

Buon Natale, amici

Anna e Marco

scarica il foglio con le riflessioni e le letture della domenica IV di Avvento AVVENTO4B20

 

 

 

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato | Commenti disabilitati su IV Domenica di Avvento 2020

III Domenica di Avvento 2020

Cari amici, questa terza è la Domenica della gioia.  Isaia  annuncia il Signore come il padre che si china sui suoi figli poveri, feriti, come colui che ha potere di riscattare e liberare schiavi e prigionieri, colui che fa germogliare la giustizia nel suo popolo e lo guida alla salvezza. La gioia nasce dalla fede nella promessa di Dio di cui Isaia è voce. 

Arca di Sant'Agostino, la Speranza
Arca di Sant’Agostino, la Speranza


Anche Giovanni il Battista (Vangelo di Giovanni) è uomo mandato da Dio e di sé dice: io sono voce di uno che grida nel deserto “preparate la via del Signore”. Scrive Agostino:” Non vi sembra che è compito dell’araldo dire: Via, fate largo? Se non che l’araldo dice: Andate via! mentre Giovanni dice: Venite. L’araldo allontana dal giudice, Giovanni invita a venire al giudice. O meglio,, Giovanni invita a venire all’umile, perché non si debba temere l’eccelso giudice. Io sono la voce di colui che grida nel deserto: Appianate la via del Signore, come disse il profeta Isaia” . Se l’annuncio di Isaia era gettato nel futuro, quello di Giovanni è nel presente del tempo umano, ecco viene…, come il cantico consapevole e gioioso di Maria: la mia anima esulta in Dio mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva.

E con Anna:

“…E tu così piccino nel tuo sonno

lieve (contempla per te un angelo

l’Altissimo), di un tuo sogno ridi

tra le mie braccia, ed il cuore si perde

in una infinita tenerezza

perché tu sei il segno d’una promessa

di grazia, d’una carezza, di Dio”

Il Dio che viene guarda i piccoli, i poveri come suo tesoro, sazia chi ha fame, difende e libera chi confida in Lui

Buona Domenica

Anna e Marco

Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su III Domenica di Avvento 2020

II Domenica di Avvento 2020

Cari amici, come è attuale l’invito del Signore per bocca di Isaia: Consolate, consolate il mio popolo! E’ una esortazione piena d’amore di un Padre. Anche nel nostro tempo difficile di malattia e morte, quanti uomini e donne giusti hanno accolto, magari senza conoscerlo, questo invito consolate, curando, sostenendo, accompagnando generosamente le povertà, le fragilità disperate e la solitudine di chiede aiuto. Il Signore colma le nostre divisioni, le nostre valli, se solo sappiamo guardare con fiducia al di là dei nostri conflitti e del nostro ”deserto”.

II Domenica di Avvento

II Domenica di Avvento

Scrive Agostino:  “nel deserto, una voce grida il Verbo… La parola è nell’intimo e la voce non è ancora nella bocca. Pertanto, vi può essere parola senza voce e vi può essere voce senza parola. Aggiungi la voce alla parola e la parola viene fuori a farsi conoscere. Chi è Cristo in Maria? Parola occulta. La voce fu inviata prima perché precedesse la parola; chi è Giovanni? Voce di uno che grida nel deserto. Chi è Cristo? In principio era il Verbo. Chi sei tu, voce? Chi sei tu, uomo? Ogni uomo è come l’erba e tutta la sua gloria come un fiore del campo: secca l’erba e appassisce il fiore; ma la parola del Signore dura sempre. Sostieniti alla Parola; per te infatti la Parola prese su di sé l’erba. Cristo Parola incarnata. Ma ogni uomo è come l’erba e tutta la sua gloria come un fiore del campo: disprezziamo le cose presenti, poniamo la nostra speranza nelle realtà future.” Il tempo di Dio si compie oggi per noi in ogni nostro atto d’amore, in ogni nostra scelta di giustizia e di fedeltà, in ogni desiderio di Lui, nella  preghiera e nella speranza di nuovi cieli e terra nuova… nella pace (Pt).

E con Michele:

pure una fiamma avanza e ci invia

nuova luce su una strada di salvezza:

è il canto dell’amore che è prodigio.

S’apre una via al popolo in cammino,

il deserto fiorisce  alla Parola

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica il commento alle letture della II domenica di Avvento 2020

 

 

 

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su II Domenica di Avvento 2020