Suppliche

Supplica a Sant’Agostino

Sant’Agostino, uomo dell’inquietudine e della ricerca, mendicante della verità e assetato d’infinito: insegnaci a scoprire nelle profondità del nostro essere che siamo stati fatti per Dio, e che il nostro cuore non avrà pace finché non riposa in lui. Ti affidiamo tutti coloro che sono alla ricerca del senso e del valore della loro vita. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, che sei vissuto nella rettitudine e nella lealtà verso Dio e i fratelli, la tua grande umanità ci affascina: insegnaci ad accettarci con i nostri limiti e le nostre miserie per poter comprendere e accettare il nostro prossimo. Ti affidiamo le famiglie, perché vivano nell’accoglienza e nella trasparenza reciproca. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, uomo povero, perché svuotato di te stesso per essere riempito solo di Dio, che fu la tua vera ricchezza: insegnaci a vivere e ad essere contenti dell’essenziale. Ti affidiamo i poveri del mondo, perché per la tua intercessione possano trovare solidarietà e condivisione. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, uomo paziente e misericordioso, che fai traboccare l’amore di Dio su di noi attraverso i tuoi scritti: insegnaci il senso della gratitudine e della gratuità. Ti affidiamo i giovani, perché imparino a vivere nell’amore e dell’amore di Dio. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, cantore dell’umiltà, che ti sei abbandonato con fiducia alla volontà di Dio: insegnaci a confidare sempre nell’aiuto del Signore. Ti affidiamo coloro che non sanno o non possono difendersi, in particolar modo i bambini, gli sfruttati, gli ammalati, gli anziani, i sofferenti, perché trovino nel Signore la loro forza. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, innamorato della bellezza, che hai saputo trasformare in canto e gioia il tuo rapporto con il Signore: insegnaci a gioire di tutto ciò che ogni giorno il Padre ci dona. Ti affidiamo ogni uomo e ogni donna perché sappia ritrovare il gusto e la gioia della vita. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, uomo della pace, che in Gesù, il mediatore tra Dio e gli uomini, hai trovato il ristoro per il tuo cuore inquieto: insegnaci a morire a noi stessi, e a far vivere Cristo in noi. Ti affidiamo gli operatori di pace, perché il mondo ritrovi il gusto del dialogo e tutti gli uomini si impegnino a costruire insieme la città di Dio. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, uomo di Dio, che hai fatto del Vangelo la tua norma di vita: insegnaci ad attendere la salvezza dal Signore, a nutrirci della sua Parola, del Pane di Vita, così da far emergere sempre più in noi l’immagine e la somiglianza di Dio. Ti affidiamo i consacrati, perché davanti al mondo siano icona credibile dell’Infinito. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, instancabile operaio nella vigna del Signore: insegnaci ad accettare le inevitabili fatiche della vita con la tua stessa obbedienza alla volontà di Dio, e la stessa passione per la Chiesa. Ti affidiamo gli operatori pastorali e particolarmente i missionari, perché non si stanchino di lavorare per il Regno di Dio. Gloria al Padre.

Sant’Agostino, figlio devoto e ministro fedele della Chiesa: insegnaci a rimanere fedeli al Vangelo e responsabili del rapporto di alleanza col Verbo fatto carne. Ti affidiamo tutta la Chiesa, perché come Madre continui a generare, nutrire e guidare i suoi figli per la salvezza del mondo intero. Gloria al Padre.

O santo Padre Agostino, sollevaci con te alle altezze di Dio, perché possiamo essere suoi degni figli. Amen.

Supplica a Santa Monica

O Signore, Padre santo, misericordia di quanti sperano in Te, tu hai concesso alla tua serva Monica il dono inestimabile di saper riconciliare le anime con te e fra di loro; Ella con la vita, le preghiere e le lacrime, portò a Te il marito Patrizio ed il figlio Agostino; lascia che lodiamo in lei i tuoi doni, perché per sua intercessione possiamo ricevere le sue grazie.

Santa Madre Monica, tu vivificata in Cristo, vivesti in modo tale che la tua fede e la tua condotta costituirono una lode al nostro Dio, e nel tuo cuore sentisti costantemente la sua presenza. La tua intensa preghiera guadagnò a Dio il tuo sposo. Tu nutristi spiritualmente i figli generandoli tante volte quante li vedevi allontanarsi da Lui; ti fu concesso per le tue sincere e quotidiane lacrime che il figlio Agostino non si perdesse. Per quelle stesse lacrime ottienici da Dio di essere messaggeri di unione e di pace nel mondo e, con l’esempio della nostra vita, di portare al Padre celeste i cuori dei nostri fratelli.

Concedici, o Santa Madre Monica, che la nostra vita sia sempre per tuo onore una perenne offerta a favore dei fratelli e che le anime nostre siano sempre legate al cuore di Dio con il vincolo della fede. Amen.

Annunci