La facciata

La facciata della Basilica

La Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro

La Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro

Il primo ricordo di questa Basilica pavese, risale all’anno 604 dC. La costruzione non è l’originaria ma succede ad un’altra di stile paleocristiano a semplici colonne e soffitto di legno. La Basilica attuale, dalle forme romanico-lombarde, risale al secolo XII ed è stata consacrata dal Papa Innocenzo II nel 1132 dC. Il nome pittoresco di “ciel d’oro” le viene dal soffitto ligneo della chiesa paleocristiana, decorato con tinte di color oro. E’ ricordata da Dante, Petrarca e Boccaccio. In arenaria grigia e mattone cotto, è a due spioventi, divisa in tre parti da poderosi contrafforti disuguali che conservano tracce di un porticato, ad imitazione probabilmente di quello della primitiva basilica con funzioni liturgiche. Il portale, alquanto spostato a destra, è in pietra arenaria, sovrastato da un bassorilievo che raffigura un angelo e due persone oranti. La zona superiore, animata al centro da due ordini di aperture, è coronata da una loggetta impraticabile e da un motivo di archetti intrecciati.

Entra in Basilica

Annunci