III Domenica di Quaresima 2021

Cari amici, il passo del Vangelo di Giovanni ci propone un Cristo forte che scaccia i venditori dal tempio di Gerusalemme e, con autorità di maestro,  riporta al culto vero di Dio che si consuma nella sua persona, nel ”tempio del suo corpo”. Scrive Agostino:” Purifica piuttosto la stanza del tuo cuore; dovunque tu sia, dovunque tu preghi, è dentro di te colui che ti ascolta, dentro nel segreto, che il salmista chiama “seno” dicendo: La mia preghiera si ripercuoteva nel mio seno (Sal 34, 13). Colui che ti ascolta non è fuori di te…se  ti umili, egli ti si avvicinerà. Questo è il Signore Dio nostro, Verbo di Dio, Verbo fatto carne, Figlio del Padre, Figlio di Dio”.

E con Anna:

“Tempio è la tenda a lato del cuore,

nido segreto all’anima sposa,

sacro di lacrime e vita nuova

che muove alla gioia, dove Tu sei.”

Il Signore Gesù riporta all’interiorità di ogni uomo il rapporto vero con Dio, ci mette di fronte al pericolo di fare mercato del tempio, della casa, di noi stessi, e non invece apertura, offerta, affidamento, contemplazione. Poiché egli sa quello che c’è in ogni uomo (Gv.) si fa per noi offerta, Mediatore attraverso il suo sacrificio

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica il commento alle letture della III Domenica di Quaresima anno B

Arca di Sant'Agostino, particolare: Agostino insegna a Milano

Arca di Sant’Agostino, particolare: Agostino insegna a Milano

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato | Commenti disabilitati su III Domenica di Quaresima 2021

Giovedì di santa Rita

Durante il mese di marzo continua la pia pratica dei quindici Giovedì in onore di S. Rita. In Basilica alle Ss. Messe (ore 9 e 18.30) c’è la preghiera particolare e la venerazione della Reliquia di S. Rita presso il suo altare. L’VIII° Giovedì sarà anticipato a mercoledì 31 marzo.

Festa di Santa Rita
Festa di Santa Rita
Pubblicato in Santa Rita | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Giovedì di santa Rita

Marzo 2021 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Cari amici,

ecco il Foglio Informativo del mese di marzo 2021 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro.

Quaresima, tempo di riconciliazione

E’ arrivato il tempo sacro nel quale mi sento in dovere di esortare caldamente la vostra carità a pensare più diligentemente all’anima e a contenere gli stimoli del corpo. Questi quaranta giorni sono i più sacri sopra tutta la terra, e il mondo intero, che Dio ha riconciliato a sé in Cristo, approssimandosi la Pasqua, li celebra solennemente con una pietà encomiabile. Se ci sono delle inimicizie che non dovevano sorgere o che dovevano estinguersi subito, ma che tuttavia han potuto perdurare tra fratelli fino ad ora sia per negligenza sia per ostinazione sia per una specie di vergogna non umile ma superba, almeno ora abbiano termine. Sopra di esse il sole non avrebbe dovuto tramontare; almeno ora, dopo tante levate e tramonti di sole, si estinguano anch’esse finalmente con il loro tramonto e non si rinnovino mai più con la loro levata. (S. Agostino, Discorso 209, 1)

Ricordiamo:

Ogni venerdì alle 17.30: Via Crucis 

Ogni sabato dopo la S. Messa delle 18.30: preghiera a S. Agostino

Ogni 23 del mese omaggio a S. Severino Boezio in cripta (dopo la Messa)

Particolare dell'Arca di Sant'Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio
Particolare dell’Arca di Sant’Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio
Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Arca di sant'Agostino, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Marzo 2021 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

II Domenica di Quaresima 2021

Scarica il commento alle letture della II Domenica di Quaresima 2021

Cari amici il Vangelo di Marco ci racconta vivamente l’esperienza della Trasfigurazione. I discepoli contemplano e godono della gioia di quella visione, ma, come noi, ancora non capiscono. L’ascolto è l’invito di questa Domenica di preparazione alla Pasqua: dire eccomi come Abramo, dare semplicità alla nostra fiducia, anche se ancora non vediamo; anche se la nostra vita è così faticosa, così turbata dalle vicende di oggi.  Scrive Agostino:” Scendi, Pietro; desideravi riposare sul monte: scendi; predica la parola di Dio, insisti in ogni occasione opportuna e importuna, rimprovera, esorta, incoraggia usando tutta la tua pazienza e la tua capacità d’insegnare. Lavora, affaticati molto, accetta anche sofferenze e supplizi affinché, mediante il candore e la bellezza delle buone opere, tu possegga nella carità ciò ch’è simboleggiato nel candore delle vesti del Signore.” L’ascolto del Signore,  come per Abramo, come per gli apostoli sul monte, non è fuga o illusione ma è stare dentro la vita, la nostra, con una umanità profonda, libera dalla paura del soffrire e del morire, trasfigurata, perché abbiamo avuto in dono la paternità di Dio. E con Michele

“…forse questa è una tenda da piantare

di lato all’anima, un volto da guardare,

certo per tracciare altri sentieri,

un cuore nel silenzio da ascoltare

battere all’unisono col tuo

quando in alto ardono i pensieri.”

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica il commento alle letture della II Domenica di Quaresima 2021

Arca di Sant'Agostino, particolare, Agostino insegna a Milano

Arca di Sant’Agostino, particolare, Agostino insegna a Milano

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su II Domenica di Quaresima 2021

I Domenica di Quaresima 2021

Cari amici , le letture della I Domenica ci propongono due temi forti di riflessione: l’alleanza tra Dio e il suo popolo e la conversione, “il cambiare” cioè per rivolgerci al Signore e lasciare che lui entri nella nostra vita. Scrive Agostino:”Leggevamo ora nel Vangelo che il Signore Gesù Cristo fu tentato dal diavolo nel deserto. Cristo fu certamente tentato dal diavolo, ma in Cristo eri tentato tu. Tua infatti era la carne che Cristo aveva presa perché tu avessi da lui la salvezza… Egli è stato tentato, ha sofferto, è risorto: così è divenuto la nostra speranza… In lui puoi vedere la tua fatica e la tua ricompensa: la tua fatica nella passione, la tua ricompensa nella resurrezione” Quante volte nella vita ci troviamo in un deserto che ci fa soffrire: lontananza, solitudine, tentazione come disorientamento o disperazione. Cristo trasforma il deserto da esperienza di solitudine–tentazione–sconfitta in luogo di fede, di contemplazione. In questo mondo che rovescia ogni valore ed è lacerato dalla violenza,  che toglie voce e dignità agli ultimi – è proprio questo il nostro deserto – noi possiamo scegliere l’ascolto, la libertà di fare a meno del superfluo, il bene che non fa rumore, per stare da uomini, a mani aperte, a cuore aperto, con coraggio, dentro un’identità d’amore. E con Anna


  • Particolare dell'Arca

    Particolare dell’Arca

Vorrei abitare quell’armonia

con l’abbandono sereno del bimbo

sul mio seno, mentre sere di stelle,

semi di terra e la lode dei piccoli

santificano, Padre, il tuo nome.

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica le riflessioni sulla I Domenica di Quaresima 2021

Contrassegnato , | Commenti disabilitati su I Domenica di Quaresima 2021