I Domenica di Quaresima 2021

Cari amici , le letture della I Domenica ci propongono due temi forti di riflessione: l’alleanza tra Dio e il suo popolo e la conversione, “il cambiare” cioè per rivolgerci al Signore e lasciare che lui entri nella nostra vita. Scrive Agostino:”Leggevamo ora nel Vangelo che il Signore Gesù Cristo fu tentato dal diavolo nel deserto. Cristo fu certamente tentato dal diavolo, ma in Cristo eri tentato tu. Tua infatti era la carne che Cristo aveva presa perché tu avessi da lui la salvezza… Egli è stato tentato, ha sofferto, è risorto: così è divenuto la nostra speranza… In lui puoi vedere la tua fatica e la tua ricompensa: la tua fatica nella passione, la tua ricompensa nella resurrezione” Quante volte nella vita ci troviamo in un deserto che ci fa soffrire: lontananza, solitudine, tentazione come disorientamento o disperazione. Cristo trasforma il deserto da esperienza di solitudine–tentazione–sconfitta in luogo di fede, di contemplazione. In questo mondo che rovescia ogni valore ed è lacerato dalla violenza,  che toglie voce e dignità agli ultimi – è proprio questo il nostro deserto – noi possiamo scegliere l’ascolto, la libertà di fare a meno del superfluo, il bene che non fa rumore, per stare da uomini, a mani aperte, a cuore aperto, con coraggio, dentro un’identità d’amore. E con Anna


  • Particolare dell'Arca

    Particolare dell’Arca

Vorrei abitare quell’armonia

con l’abbandono sereno del bimbo

sul mio seno, mentre sere di stelle,

semi di terra e la lode dei piccoli

santificano, Padre, il tuo nome.

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica le riflessioni sulla I Domenica di Quaresima 2021

Contrassegnato , | Commenti disabilitati su I Domenica di Quaresima 2021

Quaresima 2021

Inizia oggi la Quaresima.

Digiuno e astinenza dalle carni (Per la preghiera, volume II del Breviario; Merc. IV sett. Salterio)

Alle S. Messe: Imposizioni delle ceneri.

Dalle Esposizioni sui Salmi di sant’Agostino Vescovo (En. in. ps. 42, 7-8)

In un salmo è detto: Io dissi: Signore, abbi pietà di me, risana l’anima mia, perché ho peccato contro di te (Ps 4, 5). Questa supplica, fratelli, è sicura; ma vigilate nelle opere buone. Toccate il salterio obbedendo ai comandamenti, toccate la cetra, sopportando le passioni. Spezza il tuo pane per chi ha fame (Is 58, 7), ha detto Isaia; non credere che sia sufficiente il digiuno. Il digiuno ti mortifica, non soccorre gli altri. Saranno fruttuose le tue privazioni se donerai ad altri con larghezza. Ecco, hai defraudato la tua anima; a chi darai ciò che ti sei tolto? dove porrai ciò che hai negato a te stesso? Quanti poveri potrebbe saziare il pranzo che noi oggi abbiamo interrotto! Il tuo digiuno deve essere questo: mentre un altro prende cibo, godi di nutrirti della preghiera per la quale sarai esaudito. Continua infatti Isaia: Mentre ancora tu parli, io ti dirò: ecco son qui; se spezzerai di buon animo il pane a chi ha fame (Is 58, 9-10); perché di solito ciò vien fatto con tristezza e brontolando, per evitare il fastidio di colui che chiede, non per ristorare le viscere di chi ha bisogno. Ma Dio ama chi dona con letizia (2 Cor 9, 7). Se avrai dato il pane con tristezza, hai perduto il pane e il merito. Fa’ dunque questo di buon animo, affinché colui che vede dentro mentre ancora stai parlando ti dica: Ecco son qui. Con quanta celerità sono accolte le preghiere di coloro che operano il bene! Questa è la giustizia dell’uomo in questa vita, il digiuno, l’elemosina, la preghiera. Vuoi che la tua preghiera voli fino a Dio? Donale due ali: il digiuno e l’elemosina. Così ci trovi, così tranquilli ci scopra la luce di Dio e la verità di Dio, quando verrà a liberarci dalla morte Colui che già è venuto a subire la morte per noi. Amen.

Particolare dell'Arca di Sant'Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Particolare dell’Arca di Sant’Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Commenti disabilitati su Quaresima 2021

Iniziano i 15 giovedì di Santa Rita

Ricordiamo ai devoti di S. Rita che giovedì 11 febbraio inizia la pia pratica dei 15 giovedì di S. Rita. Ss. Messe alle ore 9 e 18.30 con predica, preghiera a S. Rita e bacio della reliquia, sempre rispettando le norme anticovid.

Festa di Santa Rita

Festa di Santa Rita

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Santa Rita | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Iniziano i 15 giovedì di Santa Rita

XLIII Giornata di preghiera per la vita

Il tema proposto quest’anno è: “Libertà e vita”. Nel 1979 nel famoso discorso tenuto in occasione del premio Nobel Madre Teresa diceva: “Facciamo che ogni singolo bambino sia desiderato”. La vita è bellezza, ammirala. La vita è un’opportunità, coglila. La vita è beatitudine, assaporala. La vita è un sogno, fanne una realtà… La vita è la vita, difendila.

Statua di Sant'Agostino all'interno della Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro

Statua di Sant’Agostino all’interno della Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su XLIII Giornata di preghiera per la vita

Padre Marin sotto segretario del Sinodo dei Vescovi

Il Santo Padre ha nominato Sotto-Segretari del Sinodo dei Vescovi il Rev.do P. Luis Marín de San Martín, O.S.A., finora Assistente Generale dell’Ordine di S. Agostino, elevandolo in pari tempo alla Sede titolare di Suliana e la Rev.da Suor Nathalie Becquart, Xavière, già Direttrice del Servizio Nazionale per l’Evangelizzazione dei giovani e per le vocazioni della Conferenza dei Vescovi di Francia.

Curriculum vitae  di S.E. Mons. Luis Marín de San Martín, O.S.A.
S.E. Mons. Luis Marín de San Martín, O.S.A., è nato il 21 agosto 1961 a Madrid (Spagna). Ha emesso i primi voti nell’Ordine di S. Agostino il 5 settembre 1982 ed i voti solenni il 1° novembre 1985. È stato ordinato sacerdote il 4 giugno 1988. Ha conseguito presso la Universidad Pontificia Comillas di Madrid il Dottorato in Sacra Teologia. Ha svolto diversi incarichi tra i quali: Formatore del Seminario Mayor Tagaste, Los Negrales (1996-1999), Consigliere Provinciale (1999-2002), Priore del Monasterio de Santa María de La Vid (2002-2008); Professore di Teologia nei Centri Agostiniani a Los Negrales, a San Lorenzo de El Escorial e a Valladolid; dal 2004 è Docente Invitato presso la Facultad de Teología del Norte de Españaa Burgos. È Archivista Generale dell’Ordine, Assistente generale degli Agostiniani e Presidente dell’Institutum Spiritualitatis Augustinianae.

In questa foto padre Marin è il primo da destra
Commenti disabilitati su Padre Marin sotto segretario del Sinodo dei Vescovi