V Domenica di Quaresima 2014

Cari amici,

le letture della V Domenica pongono l’accento sulla centralità di Cristo vita per l’uomo continuando il discorso che partiva dal dialogo con la Samaritana (Cristo acqua viva) e col cieco nato (Cristo luce). Il Signore entra dunque nella vita di ogni uomo, nel nucleo irriducibile del suo destino, la morte, per farlo partecipe della sua pienezza di vita. Ed è la morte di Lazzaro il tema del Vangelo di Giovanni. Il figlio di Dio ama i suoi amici come noi li amiamo, piange Lazzaro come noi piangiamo quelli che abbiamo perduto. Come appartiene alla nostra vita questa sequenza: la morte, la tristezza, il pianto, il non avere risposte, il non trovare il senso della morte di un amico, il vuoto.

Arca di Sant'Agostino, particolare: Agostino insegna a Milano

Arca di Sant’Agostino, particolare: Agostino insegna a Milano

E con Michele:
“Signore, se tu fossi stato qui!
Quanti amici, quanti antichi incontri
sarebbero ancora nel mio sguardo.
Come potrò trattenere con le  mani
la pietra che cade, il tempo che sfiorisce
se ogni affetto appare una catena
e ogni ombra che passa mi impaurisce?…”

E con Agostino:” Quando è che muore il corpo? Quando viene a mancare l’anima. La fede è l’anima della tua anima. Chi crede in me – egli dice – anche se è morto nel corpo, vivrà nell’anima, finché anche il corpo risorgerà per non più morire… E chiunque vive nel corpo e crede in me, anche se temporaneamente muore per la morte del corpo, non morirà in eterno per la vita dello spirito e per la immortalità della risurrezione…” (Nelle parole di Marta la nostra speranza)  “Signore, io ho creduto che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, che sei venuto in questo mondo (Gv 11, 26-27). E credendo questo, ho con ciò creduto che tu sei la risurrezione, che tu sei la vita; ho creduto che chi crede in te, anche se muore, vivrà, e che chi vive e crede in te, non morirà in eterno.”

Buona Domenica

Anna e Marco

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...