L’arrivo del corpo di Agostino a Pavia

Organo Lingiardi op.266 del 1913

Organo Lingiardi op.266 del 1913

Oggi, 28 febbraio, si ricorda l’arrivo del corpo di Sant’Agostino a Pavia. Il re Liutprando verso il 725 volle riscattare il corpo del Santo Dottore della Chiesa e farlo trasportare dalla Sardegna a Pavia, allora capitale del Regno Longobardo.

Per celebrare questo anniversario, il Comitato Pavia Città di Sant’Agostino ha organizzato questa sera in Basilica alle 20.45, nella Sacrestia, il Concerto di Clavicembalo del prof. Giuliano Bellorini dal titolo “Bach: invenzioni, duetti, sinfonie”.

Protagonista del concerto, promosso dalla Commissione musicale del Comitato guidata dalla professoressa Maria Cecilia Farina congiuntamente alla Commissione storico-artistica guidata dalla professoressa Maria Teresa Mazzilli Savini,  sarà ancora una volta il professor  Giuliano Bellorini, che già nel 2012 tenne in Sacrestia un apprezzatissimo concerto dedicato alle Suites francesi di  J. S. Bach, del quale l’interprete ha in repertorio l’opera omnia per  clavicembalo. Spiega Maria Cecilia Farina:  “L’idea della commissione musicale del Comitato è  quella di proporre anno per anno, analogamente a quanto avviene con le “Domeniche d’organo”,  una serie  di incontri  dedicati all’opera  del Kantor di Lipsia che, nello stretto rapporto tra arte e fede e nel pensiero teoretico legato al Quadrivium medievale, tanto si avvicina al messaggio filosofico- teologico di S.Agostino”.

Prima dell’inizio del Concerto, Maria Teresa Mazzilli presenterà i prossimi appuntamenti del Comitato.

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Comitato Pavia città di sant'Agostino e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.