San Nicola da Tolentino, patrono degli Agostiniani d’Italia

La conversione di sant'Agostino

La conversione di sant’Agostino

Oggi,10 Settembre si celebra la solennità di S. Nicola da Tolentino. E’ patrono, insieme a S. Rita, degli agostiniani italiani. S. Nicola è particolarmente invocato per la salvezza delle anime del Purgatorio.

Dal sito http://www.augustinians.net: “San Nicola nacque a S.Angelo in Pontano (Macerata) nel 1245. Entrò da ragazzo fra gli agostiniani del suo paese, prima per riceverne l’istruzione scolastica, poi come novizio. Ordinato sacerdote, ottenne la facoltà di predicare e fu inviato in vari conventi delle Marche. Seppe coniugare con saggezza l’assidua ricerca di Dio con le esigenze della vita comune, sostenuto dalla penitenza, dalla costante preghiera e da un umile carità. Fu apostolo di pace e promotore di riconciliazione tra le famiglie divise. Visse per trent’anni nel convento di Tolentino che divenne la sua patria di adozione. Qui egli morì, il 10 settembre 1305, acclamato dal popolo come santo e taumaturgo. La basilica di san Nicola a Tolentino custodisce la sua tomba, meta di continui pellegrinaggi. San Nicola risplende come modello di perfezione evangelica avendo vissuto fedelmente i precetti della Regola di sant’Agostino. Famoso per i suoi miracoli, fu canonizzato da papa Eugenio IV nel 1446”.

Annunci

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Sant'Agostino, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.