Festa di Santa Rita 2012, le parole di Padre Giustino

Padre Giustino Casciano accanto alla statua di Santa Rita

Padre Giustino Casciano accanto alla statua di Santa Rita

Il priore della comunità agostiniana di Pavia, Padre Giustino Casciano, ricorda che la Festa di Santa Rita 2012 è la sua ottava celebrazione di Santa Rita a Pavia: “Credo che più che vedere Santa Rita vestita da monaca, voi la vediate più vestita da moglie, da madre, da vedova… Santa Rita sembra volerci dire che se non salviamo la famiglia, il mondo potrebbe finire…“.

Occorre salvare l’amore fra marito e moglie, fra fidanzata e fidanzato, fra madre e figlio…”Santa Rita vuol dire a tutti noi che senza credere a Gesù la famiglia non puo salvarsi e senza la famiglia la società non può salvarsi“.

Una famiglia dove non c’è la preghiera non sta in piedi perché chi ci dà la forza di amare fino al sacreficio è il Signore. “Le gioie più grandi sono dentro casa: fuori puoi avere anche molto successo ma se poi quando chiudi la porta di casa non c’è una persona che ti vuol bene, la vita è sprecata“. Se non crediamo nella vita dopo la morte non è possibile vivere bene sulla Terra.

Conclude Padre Giustino: “La gioia è già possibile sulla terra, un pochino, e poi c’è la Vita ultraterrena. Vi prego fratelli, tornate a casa con il desiderio di vivere il Vangelo nella famiglia come Santa Rita ce l’ha insegnato con la sua vita“.

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Santa Rita, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.