Riconoscere il proprio peccato per guarire

Benedetto XVI dal Palazzo Apostolico

Benedetto XVI dal Palazzo Apostolico

Il cammino della Quaresima è un cammino con il Signore della vita attraverso il deserto, “un tempo in cui ascoltare maggiormente la voce di Dio e anche smascherare le tentazioni che parlano dentro di noi“. Il Santo Padre durante la preghiera mariana del’Angelus ha indicato come al termine di questo deserto si profili la Croce, culmine della missione di Cristo.

Benedetto XVI ha citato Sant’Agostino e in particolare il commento agostiniano al Vangelo di San Giovanni.

Ha detto il Papa: “Commenta sant’Agostino: “Il medico, per quanto dipende da lui, viene per guarire il malato. Se uno non sta alle prescrizioni del medico, si rovina da solo. Il Salvatore è venuto nel mondo … Se tu non vuoi essere salvato da lui, ti giudicherai da te stesso” (Sul Vangelo di Giovanni, 12, 12: PL 35, 1190). Dunque, se infinito è l’amore misericordioso di Dio, che è arrivato al punto di dare il suo unico Figlio in riscatto della nostra vita, grande è anche la nostra responsabilità: ciascuno, infatti, deve riconoscere di essere malato, per poter essere guarito; ciascuno deve confessare il proprio peccato, perché il perdono di Dio, già donato sulla Croce, possa avere effetto nel suo cuore e nella sua vita. Scrive ancora sant’Agostino: “Dio condanna i tuoi peccati; e se anche tu li condanni, ti unisci a Dio … Quando comincia a dispiacerti ciò che hai fatto, allora cominciano le tue opere buone, perché condanni le tue opere cattive. Le opere buone cominciano con il riconoscimento delle opere cattive” (ibid., 13: PL 35, 1191). A volte l’uomo ama più le tenebre che la luce, perché è attaccato ai suoi peccati. Ma è solo aprendosi alla luce, è solo confessando sinceramente le proprie colpe a Dio, che si trova la vera pace e la vera gioia. E’ importante allora accostarsi con regolarità al Sacramento della Penitenza, in particolare in Quaresima, per ricevere il perdono del Signore e intensificare il nostro cammino di conversione“.

Clicca qui per leggere il testo completo dell’intervento del Papa

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico, Sant'Agostino, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.