IV Domenica di Quaresima 2012

Particolare dell'Arca di Sant'Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Particolare dell'Arca di Sant'Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Dalle letture proposte dalla liturgia della Parola nasce un invito vitale: operare la verità e venire alla luce.

Scrive Agostino: “Operi la verità, e così vieni alla luce. Cosa intendo dire dicendo: operi la verità? Intendo dire che non inganni te stesso, non ti blandisci, non ti lusinghi; non dici che sei giusto mentre sei colpevole. Dio condanna i tuoi peccati; e se anche tu li condanni, ti unisci a Dio. L’uomo e il peccatore sono due cose distinte: l’uomo è opera di Dio, il peccatore è opera tua, o uomo. Distruggi ciò che tu hai fatto, affinché Dio salvi ciò che egli ha fatto”.

Spesso la nostra vita è attaccata ansiosamente o disperatamente a “cose” che ci tradiscono o ci illudono o ci svuotano; è questo il significato dell’opposizione tra tenebre e luce: chi vuole restare nelle tenebre si fa da se stesso cieco, chi umilmente cerca la luce vede, per grazia, e capisce ed accoglie in sé una vita che ha la pienezza in Cristo. Egli opera per noi in un progetto d’amore che ci porta ad un compimento profondo. Come popolo della promessa ci riconduce dall’esilio alla nostra terra, dalla nostra lontananza da noi a noi stessi. E con le parole di Anna: “Quando l’esilio spegne la parola canto a Te, mia dolce memoria, a mani vuote, remota, il canto del ritorno, perché temo l’addio… …Eppure fiorisce il legno, nel vento, del bianco delle magnolie…E nel silenzio profondo il tuo angelo passa e sussurra soave all’anima sposa, che veglia, l’Amato, l’Eterno”

Buona Domenica Anna e Marco

Commento agostiniano alle letture della IV Domenica di Quaresima 2012

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.