III Domenica di Quaresima 2012

Particolare dell'Arca di Sant'Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Particolare dell'Arca di Sant'Agostino: il giovane Agostino ascolta il vescovo Ambrogio

Cari amici,
il passo del Vangelo di Giovanni ci propone un Cristo forte che scaccia i venditori dal tempio di Gerusalemme e ristabilisce il culto vero a Dio che si consuma nella sua persona, nel “tempio del suo corpo”.
Il commento di Agostino ci aiuta a far nostro il testo:” A che serve acquistare in questo mondo beni temporali e transitori, come il denaro e i piaceri del ventre e della gola, o gli  onori della lode umana? Che altro sono, tutte queste cose, se non fumo e vento? e tutte passano e corrono via. Guai a chi si attacca alle cose che passano, perché insieme con esse
passerà anche lui…. Dobbiamo, dunque, custodire il nostro cuore totalmente libero da siffatte cupidigie. Fratelli miei, coloro che cercano questi beni, sono dei mercanti….
Chi sono, poi, quelli che nel tempio vendono i buoi? Sono coloro che nella Chiesa cercano i propri interessi e non quelli di Gesù Cristo… Fratelli, ogni cristiano, essendo membro di Cristo, deve essere divorato dallo zelo per la casa di Dio. E chi è divorato dallo zelo per la casa di Dio? Colui che quando vede che qualcosa non va, si sforza di correggerla, cerca di
rimediarvi, non si dà pace: se non trova rimedio, sopporta e geme…” Ma anche noi fatichiamo a capire e ad accettare questa realtà: ci difendiamo dalla legge e con la legge senza essere davvero coinvolti nella giustizia; chiediamo “segni” per essere convinti della verità del soprannaturale, ci rivolgiamo alla certezza dei nostri saperi  per trovare soluzioni alla vita, ma senza arrivare davvero ad un approdo sicuro alla sapienza; eppure
ognuno di noi dentro di sé sa di aver bisogno di salvezza.

E con le parole di Michele:
“Sia benedetto il giorno del Signore:
la stagione nuova già ci dona
i segni del calore che ci attende.
Anch’io vorrei tornare alla tua casa
dove regna l’amore e in queste sere
stringerti nell’abbraccio, io pellegrino
di frontiere strette tra la terra e il cielo..”

Commento agostiniano alle letture della III Domenica di Quaresima 2012
Buona Domenica
Anna e Marco

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.