Oltre duemilatrecento visitatori alla mostra “Sant’Agostino. Si conosce solo ciò che si ama”

L'allestimento della mostra nella cripta della Cattedrale di Pavia

L'allestimento della mostra nella cripta della Cattedrale di Pavia

Oltre duemilatrecento visitatori dall’apertura ad oggi per la mostra “Sant’Agostino. Si conosce solo ciò che si ama” allestita nella cripta della Cattedrale di Pavia fino al 18 dicembre.

Il successo che questa mostra sta avendo presso il pubblico è testimoniato anche dalle centinaia di persone e dalle scolaresche che hanno prenotato la visita guidata e la effettueranno nelle prossime settimane.

Credo che per molti sia una scoperta il fatto che Agostino è sepolto a Pavia e è una scoperta che provoca meraviglia, curiosità e interesse a saperne di più” commenta padre Giustino Casciano, priore della comunità agostiniana pavese. “Questo fenomeno lo abbiamo sperimentato anche con i convegni storico-artistici organizzati dal comitato Pavia Città di Sant’Agostino e da tutte le altre iniziative organizzate dal Comitato”. Il priore loda la bellezza della mostra realizzata dal curatore don Giuseppe Bolis e prosegue: “Al di là dei pannelli, ciò che la rende molto attraente e viva è l’opera delle guide e degli animatori. Agostino emerge sempre di più non solo come grande pensatore, filosofo, teologo, letterato ma anche come uomo con la sua umanità, la sua ricerca, i suoi aneliti. Ciò lo rende particolarmente avvincente ai giovani e al pubblico di oggi”.

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Comitato Pavia città di sant'Agostino, Mostra "Sant'Agostino. Si conosce solo ciò che si ama" e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.