La meditazione

Il Santo Padre mentre saluta i fedeli

Benedetto XVI mentre saluta i fedeli nel corso di una sua visita apostolica

Il Santo Padre, durante l’udienza generale di oggi, ultima prima della partenza per Madrid, ha posto l’accento sul significato della meditazione e ha citato sant’Agostino: “Nel nostro tempo siamo assorbiti da tante attività e impegni, preoccupazioni, problemi; spesso si tende a riempire tutti gli spazi della giornata, senza avere un momento per fermarsi a riflettere e a nutrire la vita spirituale, il contatto con Dio. Maria ci insegna quanto sia necessario trovare nelle nostre giornate, con tutte le attività, momenti per raccoglierci in silenzio e meditare su quanto il Signore ci vuol insegnare, su come è presente e agisce nel mondo e nella nostra vita: essere capaci di fermarci un momento e di meditare. Sant’Agostino paragona la meditazione sui misteri di Dio all’assimilazione del cibo e usa un verbo che ricorre in tutta la tradizione cristiana: “ruminare”; i misteri di Dio cioè vanno continuamente fatti risuonare in noi stessi perché ci diventino familiari, guidino la nostra vita, ci nutrano come avviene con il cibo necessario per sostenerci“.

Leggi qui il testo completo del discorso di Benedetto XVI nell’Udienza Generale nel cortile interno del palazzo papale di Castel Gandolfo

 

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Sant'Agostino e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.