III Domenica di Quaresima 2011

Il battesimo di sant'Agostino

Il battesimo di sant'Agostino

Il Vangelo di Giovanni presenta l’incontro di Gesù e della donna di Samaria al pozzo di Giacobbe.

Agostino ci porta a leggere questo avvenimento: “Che poi al pozzo sia giunto stanco indica la debolezza della carne, che si sia seduto, l’umiltà: si è addossato infatti la debolezza della nostra carne, e con profonda umiltà ha voluto mostrarsi uomo tra gli uomini”. E ancora:  “il Signore aveva sete della fede di quella donna, che era samaritana….  ha dunque sete della fede di coloro per i quali ha sparso il sangue”.
Gesù colma un’infinita secolare distanza fra uomo e donna, così marcata einsuperabile nella legge antica, fra Giudeo e Samaritano, direi addirittura fra amore e Legge nelle tappe di questo dialogo mite e potente.

Alla povera offerta umana dell’acqua del pozzo risponde l’offerta dell’acqua viva che genera sorgenti nel cuore di chi ascolta il Signore.
Ancora Agostino: “Voleva farle capire che non aveva chiesto quell’acqua a cui lei aveva pensato, ma che aveva sete della sua fede e a lei, che aveva sete, desiderava dare lo Spirito Santo. Questo infatti è il vero senso dell’acqua viva, che è dono di Dio…

E con Michele:
“E  tra l’amica che sa la notte oscura
e mi indica la salvezza nell’assenza
con un  pianto di figlia e una ventata
che mi spazza via rapido, mi sento
sospeso così, tra bene e male”
La figura della Samaritana è il segno della nostra sete, talvolta inconsapevole, che ci induce a cercare, magari alla cieca, qualcosa che ci disseti e riempia i nostri vuoti d’esistenza. E’ il segno della nostra ricerca di Dio, che può partire anche da una infinita distanza. Ma non
potrebbe esserci proposta più libera e liberante per il nostro cuore incerto: lasciar affiorare, sentire il bisogno, la nostalgia di Dio che abita nel nostro desiderio.

Buona Domenica
Anna e Marco

Scarica il foglio della III Domenica di Quaresima

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.