Agostino spiegato da Massimo Cacciari

Incontro con Massimo Cacciari, Pavia 8 novembre 2010

Incontro con Massimo Cacciari, Pavia 8 novembre 2010

Pavia, 9 novembre 2010 – Un grande successo di pubblico premia la scelta dell’associazione Pavia città internazionale dei Saperi e del Comitato Pavia città di Sant’Agostino di invitare Massimo Cacciari come primo relatore del ciclo “Dialoghi su Sant’Agostino” in occasione degli eventi programmati per il milleseicentocinquantaseiesimo compleanno del santo. Centinaia di persone hanno gremito la basilica di San Pietro in Ciel d’Oro per ascoltare la riflessione del filosofo, pro rettore dell’ateneo Vita-Salute San Raffaele di Milano dove è anche docente ordinario di Estetica. Massimo Cacciari, che al termine della conferenza ha incontrato il sindaco Alessandro Cattaneo intervenuto con l’assessore Marco Galandra, ha preso in esame tre opere di sant’Agostino: le Confessioni, La Città di Dio e La Trinità.

Il filosofo ha aiutato i numerosi e attenti presenti, con cui ha dialogato al termine dell’incontro, a cogliere la profondità del pensiero agostiniano attraverso una personale rilettura che ha posto in luce la sistematicità di Agostino. Troppo spesso il santo vescovo di Ippona è ridotto a una lettura saggistica che mette in ombra l’impianto filosofico e teologico presente nelle sue opere.

Agostino, sottolinea Cacciari, giunge alla determinazione che la verità non è un oggetto dato raggiungibile una volta per sempre. “Veritas indaganda est”, la verità è ricerca e questo è fondamentale in Agostino.

La Città di Dio offre l’occasione per una riflessione sulla città degli uomini, complessa e non riducibile: la città è questo “molti”, è irriducibile e ha in essa la competizione fra enti assolutamente distinti. “La nostra idea di storia propria dell’occidente europeo nasce qui

Infine La Trinità: Dio è relazione perché è Logos, perché ha fatto esegesi di sé in perfetta continuità fra Antico e Nuovo Testamento. Evidente qui l’analogia fra la complessità del divino e la complessità della città degli uomini dove attraverso il confronto, la vita di relazione, emerge il cittadino che è uomo pratico, che opera nella città per affermare ciò in cui crede e si confronta continuamente con il dubbio che gli viene dal confronto con l’altro da sé.

Solo accennato nella conferenza il grande tema agostiniano della grazia che non può essere colta senza una personale adesione.

Il sindaco Alessandro Cattaneo, il priore della comunità agostiniana di san Pietro in Ciel d’Oro padre Giustino Casciano e il presidente del Comitato Pavia Città di sant’Agostino don Gianluigi Corti hanno espresso grande soddisfazione per l’ottima riuscita dell’incontro.

 

Annunci

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Comitato Pavia città di sant'Agostino, Comunicati Stampa, Sant'Agostino, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.