L’inizio del Capitolo generale intermedio

I padri capitolari con il padre priore generale Robert Prevost

I padri capitolari con il padre priore generale Robert Prevost

Inizio del Capitolo con una solenne concelebrazione nella sede storica della presenza agostiniana nelle Filippine, la Chiesa di S. Agostino ad Intramuros, dentro le mura della città fortificata della Manila coloniale, appartenente al Vicariato agostiniano dell’Oriente.

Sono ora presenti tutti (o quasi) i capitolari.

Prendiamo parte alla celebrazione nel solito caldo umido della stagione, temperato dall’azione subdolamente rinfrescante di ventilatori che girano freneticamente da tutte le parti, ma che non ci fanno evitare un bagno di sudore. Per i locali una situazione normale, per gli altri una esperienza… comunque da fare. Cantano i professi e i prenovizi della Provincia e del Vicariato.

Nell’omelia il Priore Generale che presiede, P. Robert Prevost, parte dalla figura di un agostiniano di altri tempi, che è stato un personaggio fondamentale per la storia e l’evangelizzazione delle Filippine: Andrés de Urdaneta (1498-1568), del quale nel 1998 si è celebrato il 500° anniversario della nascita. Urdaneta è famoso perché, esploratore e sperimentato navigatore diventato poi agostiniano, venne incaricato dall’imperatore Filippo II di Spagna di guidare la spedizione di Legazpi (1525-1535) che dal Messico doveva scoprire la rotta migliore per raggiungere le terre misteriose al di là del Pacifico. Urdaneta riuscì a trovare la soluzione ad un problema insormontabile: i galeoni spagnoli nel venire dal Messico nelle Filippine seguivano una rotta diritta e tutto andava bene. Al ritorno invece la maggior parte dei galeoni naufragavano a causa di forti tempeste contrarie. Urdaneta riuscì a trovare il “tornaviaje”, la strada del ritorno, tracciando una rotta di ritorno più a nord, per aggirare le correnti calde che causavano le tempeste.

L’immagine del “tornaviaje” come coraggio di trovare nuove strade, di non ripetere sempre lo stesso cammino, di essere intraprendenti per superare le difficoltà. Un messaggio particolarmente valido per l’Ordine oggi, soggetto alle tempeste e alle difficoltà che tutti conosciamo. Il Signore ci dia il coraggio e la grazia di trovare il “tornaviaje” ad ogni nostro problema.

Alla celebrazione della Messa è seguita un’agape fraterna nei cortili interni del vasto e storico convento, trasformati in giardini. Dopo il pranzo una visita guidata al chiostro grande del convento, le cui quattro ali sono occupate da un interessantissimo museo di cimeli sacri dei 5 secoli della storia coloniale delle Filipppine, e all’esposizione sulla vita e l’avventura marittima di Urdaneta, preparata in occasione del centenario. Singolare la documentazione cartacea e oggettistica esposta, tra cui la fotocopia della professione solenne di Urdaneta, trovata in una raccolta privata degli Stati Uniti, ed oggetti marinari del tempo della spedizione di Legazpi.

Quindi si torna alla sede del Capitolo. Alle ore 18 ci riuniamo nella sala capitolare per le procedure d’inizio: la consegna della documentazione ad ogni capitolare, e la presentazione in power-point della funzionamento della casa-albergo che ci ospita e del Barcie International Center delle suore Agostiniane della Consolazione.

L’origine e la storia delle Agostiniane della Consolazione sono singolari.

Nella seconda metà dell’800 la Provincia filippina di Spagna convinse il monastero agostiniano spagnolo, il “Beaterio de San Agustin” di Barcellona ad inviare alcune monache per aiutare gli agostiniani nel molteplice lavoro apostolico che stavano facendo in questo Paese. Madre Rita Barcelò e le sue consorelle giunsero nelle Filippine nel 1883 e diedero origine alla Congregazione delle suore Agostiniane di Nostra Signora della Consolazione. Quando, a causa della guerra che comportò il passaggio delle Filippine dalla Spagna agli Stati Uniti, tutti gli agostiniani spagnoli dovettero lasciare le Filippine, anche alcune delle suore ritornarono in Spagna. Lo spirito missionario le aveva però talmente prese, che nel 1890 diedero origine a Madrid alla Congregazione delle Agustinas Misioneras, che a tutt’oggi svolgono in molti paesi del mondo un’eccellente apostolato missionario.

Termina così la giornata lavorativa. A domani l’inizio delle attività capitolari.

Malolos, 19 settembre 2010.

P. Pietro Bellini OSA.

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Vita agostiniana e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.