In futuro, un monastero agostiniano in Corea?

Agostino consegna la Regola ai monaci

Agostino consegna la Regola ai monaci

Dal nostro inviato a Manila…

Si susseguono gli arrivi dei Capitolari dalle varie parti del mondo. Sono provvisoriamente alloggiati in vari conventi di Manila; solo alcuni addetti alla segreteria sono già nella sede del Capitolo per preparare la logistica.

In attesa dell’arrivo di tutti, sabato 18 siamo stati invitati ad un evento eccezionale: nel vicino monastero agostiniano di S. Pedro al Monte, Bulacan, una fondazione della Federazione dei Monasteri agostiniani d’Italia, una monaca coreana farà la professione solenne dei voti.

Ci ritroviamo alle 15 in monastero, immerso in una vasta zona collinosa piena di verde. I capitolari presenti siamo una ventina, con a capo il P. Generale e il Vicario Generale, ma i sacerdoti presenti sono circa 50. Presiede la liturgia il Vescovo di Malolos-Bulacan. I professi della Provincia di Cebù costituiscono la schola cantorum, mentre quelli del Vicariato d’Oriente servono all’altare. Come tutte le professioni solenni, molta emozione e molta partecipazione.

La nazionalità della monaca, Sr. Maria Agnese Park, conferisce alla cerimonia un valore e un significato particolare. Infatti è coreana ed è stata inviata nel monastero delle Filippine perché gli agostiniani della Delegazione della Corea intendono, a Dio piacendo, costituire in futuro un monastero agostiniano in Corea. Un sogno profetico e pieno di speranza, che guarda al futuro nonostante le difficoltà iniziali del presente.

Ad assistere alla cerimonia sono venuti dalla Corea la mamma di Sr. Maria Agnese, un fratello e l’anziana zia della mamma. Presente ovviamente il superiore della Delegazione della Corea, P. Barnaba Kim.

Al termine della cerimonia le monache offrono il pranzo per tutti gli intervenuti, all’interno del semplice, ma elegante e funzionale edificio monastico. Non è mancata la tradizione tempesta tropicale del pomeriggio, con tanto di fulmini e di pioggia torrenziale… ma eravamo al riparo.

Nelle Isole Filippine vi è un promettente fiorire di iniziative per impiantare ed incrementare la vita monastica femminile nel Paese. Oltre ad alcuni monasteri di monache agostiniane recollette, attualmente vi sono, per parte dell’Ordine, un monastero e cinque fondazioni (non ancora monasteri autonomi):

  • Il monastero di Mohon (Cebù), fondato dal monastero di S. Lucia di Roma, e già autonomo.
  • La fondazione di San Pedro al Monte (Bulacan), di cui sopra, per iniziativa della Federazione italiana delle Monache agostiniane.
  • Una seconda fondazione iniziata dal monastero di Mohon.
  • Una fondazione iniziata ad opera del Monastero di Milano.
  • Una fondazione iniziata ad opera del Monastero di Modigliana
  • Una fondazione iniziata ad opera del Monastero di Figline Valdarno.

Un pomeriggio, quello del 18 settembre, di cui ringraziare particolarmente il Signore, e che apre il Capitolo in tono altamente positivo. Grazie alla superiora del monastero, Sr. Maria Monica e alle monache, che sono state particolarmente fraterne e accoglienti.

Malolos, 18 settembre 2010.

P. Pietro Bellini OSA.

Annunci

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Sant'Agostino, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.