“Lasciamoci affascinare da Cristo!”

Il cardinale Claudio Hummes, prefetto della congregazione per il clero, durante l'omelia in BasilicaL’incontro con Cristo è sempre un’esperienza che affascina: nei giovani questo incontro è decisivo ma occorre tempo perché le sue conseguenze possano dare frutti nell’animo dei giovani. Il cardinale Claudio Hummes, prefetto della congregazione vaticana per il clero, ha preso le mosse dall’incontro di Agostino con il Signore per sottolineare l’attualità della figura di Agostino cercatore di verità.

Il cardinale durante la celebrazione eucaristica. Concelebrano il padre priore generale Robert Prevost e il padre provinciale Gianfranco Casagrande

Il cardinale durante la celebrazione eucaristica. Concelebrano il padre priore generale Robert Prevost e il padre provinciale Gianfranco Casagrande

Dio è la condizione della vera libertà umana, responsabile e solidale. Perciò, la Chiesa oggi, ispirandosi anche a Sant’Agostino ed alla sua passione per la verità, ha l’irrinunciabile ed urgente missione di contribuire al risveglio della  passione per la verità e della comprensione della vera libertà umana” ha spiegato il cardinale ricordando l’impegno di Benedetto XVI nell’indicare i mali del relativismo. Da qui l’esortazione a lasciarci affascinare da Gesù Cristo: “Impariamo da Sant’Agostino anche a portare agli altri la buona notizia di Gesù. Chi ha veramente incontrato Gesù, sentirà nel suo cuore un fuoco nuovo, una passione nuova, che non lo lascerà quieto finché trovi il modo di comunicare ad altri l’esperienza forte di quell’incontro”.

Omelia del cardinale Claudio Hummes, 28 agosto 2010

Fotogallery

Antonello Sacchi

Annunci

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Sant'Agostino, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.