Canta e cammina

I giovani che hanno compiuto il cammino a piedi da Genova a Pavia

I giovani che hanno compiuto il cammino a piedi da Genova a Pavia

Il 26 agosto con l’arrivo in Basilica si è concluso il pellegrinaggio a piedi dei giovani sulle tracce di sant’Agostino, da Genova a Pavia. Il pellegrinaggio ripercorre il tragitto compiuto da re Liutprando con le reliquie del santo dottore della Chiesa da Genova, dove giunsero provenienti dalla Sardegna, all’allora capitale del regno longobardo.

La conclusione del cammino è stata vissuta con la celebrazione eucaristica nella Basilica: padre Giustino Casciano, priore della comunità agostiniana pavese, ha ricordato la memoria agostiniana di sette monaci martiri: Liberato, Bonifacio e compagni, che nel 484 persero la vita durante la persecuzione vandalica. Leggiamo nel martirologio romano: “Commemorazione dei santi martiri Liberato, abate, Bonifacio, diacono, Servio e Rustico, suddiaconi, Rogato e Settimo, monaci, e il fanciullo Massimo: a Cartagine, nell’odierna Tunisia, durante la persecuzione dei Vandali, sotto il re ariano Unnerico, furono sottoposti a crudeli torture per aver confessato la fede cattolica e difeso l’unicità del battesimo; uccisi a colpi di remi sul capo mentre erano inchiodati a legni su cui si era tentato di bruciarli, conclusero il corso del loro ammirevole combattimento, ricevendo dal Signore la corona del martirio“.

Consegna dello stendardo durante la celebrazione eucaristica

Consegna dello stendardo durante la celebrazione eucaristica

Il cammino è organizzato dalla Pastorale Giovanile dell’Ordine di sant’Agostino e dalla comunità agostiniana di Pavia: padre Giovanni Lenzi è colui che ha preso contatto con i parroci della zona per organizzare l’ospitalità dei giovani, accompagnati da padre Michele Falcone, lungo il tragitto.

Savignone, Casei Gerola, Cava Manara: sono solo alcune delle tappe di questo percorso compiuto nella natura – indimenticabile l’attraversamento sul barcé del fiume Po in quanto il ponte non è ancora agibile – e nello spirito: commuoventi gli incontri con i fedeli e le comunità parrocchiali che hanno ospitato i giovani.

Consegna a padre Giustino dei doni dei giovani pellegrini

Consegna a padre Giustino dei doni dei giovani pellegrini

Camminiamo a piedi, lentamente” racconta una giovane: questo pellegrinaggio, che riprende la dimensione tutta medievale dell’homo viator, è una via per cercare sè stessi, dialogare con Dio in un mondo frenetico: “in interiore homine habitat veritas” insegna sant’Agostino.

Ascoltiamo il racconto del viaggio fatto da Valeria Fontanas: In cammino con sant’Agostino: il racconto di un viaggio

Canta e cammina dunque, canta e cerca di progredire. Fallo nella gioia perché sai di essere amato da Dio che ti sta aiutando a crescere.

Antonello Sacchi

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Sant'Agostino, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.