Agostino simbolo di Pavia

L’inaugurazione della tappa conclusiva del Cammino di sant’Agostino è ormai prossima: sabato 15 maggio alle 14 un centinaio di pellegrini provenienti dalla Lombardia si raduneranno nella basilica di san Pietro in Ciel d’Oro dove verranno accolti dal priore padre Giustino Casciano, dal vescovo monsignor Giovanni Giudici, dal presidente della Provincia di Pavia Vittorio Poma e dal sindaco Alessandro Cattaneo. Ai pellegrini verrà consegnata una “Charta Peregrini” dove registrare negli appositi spazi i timbri relativi alle tappe raggiunte. La tappa pavese è organizzata dal Lions Club Pavia Regisole.

“Agostino è nostro concittadino dal secolo VIII: il legame fra il santo vescovo di Ippona e la nostra città si è costruito nei secoli attraverso la devozione, l’arte, la storia” spiega il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo “Prova di questa appartenenza comune di sant’Agostino alla città di Pavia è il fatto che la grata che protegge le reliquie è apribile solo grazie all’impiego contemporaneo di quattro chiavi che sono detenute dal vescovo di Pavia, dal priore della comunità agostiniana pavese, dal capitolo della cattedrale di Pavia e dal sindaco della nostra città. Agostino è dunque simbolo della società pavese e in veste di primo cittadino di Pavia sono orgoglioso di dare il benvenuto ai pellegrini che giungono nella basilica al termine di un cammino-pellegrinaggio. Da subito io e la mia amministrazione ci siamo impegnati nella valorizzazione del legame fra Agostino e Pavia e a questo proposito desidero ricordare la mostra che con ampio successo di pubblico e mediatico stiamo allestendo a Roma, presso la Biblioteca Angelica, e l’impegno che come Pavia città internazionale dei Saperi ci siamo presi per la realizzazione entro l’anno di un grande evento legato a Agostino qui a Pavia”.

Il “Cammino di sant’Agostino” è dal punto di vista geografico rappresentabile con una rosa: il fiore è costituito dall’anello di km 350 che inizia e termina a Monza e che racchiude 25 santuari mariani. Il gambo è di km 62 e conduce il pellegrino da Monza a Milano, luogo del battesimo del futuro Santo il 24 aprile 387 e successivamente a Pavia, dove il re longobardo Liutprando portò il corpo del Santo verso l’anno 725.

Il percorso è presentato in una guida di recente pubblicazione “Il Cammino di Sant’Agostino”, curata da Renato Ornaghi e edita dall’Opificio Monzese delle Pietre Dure. Domani venerdì 14 maggio alle ore 18 l’autore presenterà il testo presso le Librerie Paoline in via Menocchio a Pavia
Antonello Sacchi

Informazioni su webmaster

Giornalista, blogger, autore televisivo. Autore di Sant'Agostino a Pavia - Le reliquie ritrovate, il pellegrinaggio .
Questa voce è stata pubblicata in Attività della comunità agostiniana, Vita agostiniana e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.