III Domenica di Avvento 2014

Cari amici,

Domenica della gioia questa terza d’Avvento.

Io gioisco pienamente nel Signore, la mia anima esulta nel mio Dio (Isaia). Il Signore è annunciato da Isaia, il profeta, come padre che si china sui suoi figli poveri, feriti, come colui che ha potere di riscattare e liberare schiavi e prigionieri, colui che fa germogliare la giustizia nel suo popolo. Anche Giovanni il Battista è uomo mandato da Dio e di sé dice: io sono voce di uno che grida nel deserto “preparate la via del Signore”.

Presepe 2013 immagine di repertorio

Presepe 2013 immagine di repertorio

Ci spiega Agostino:  “Dunque, chi sei? Io sono – disse – la voce di uno che grida nel deserto: preparate la via al Signore. Voce di uno che grida nel deserto, voce di uno che rompe il silenzio. Preparate la via al Signore, quasi a dire: per questo io grido, per introdurre lui nel cuore; ma non può degnarsi di venire per dove voglio introdurlo se non preparerete la via…” Come è difficile questa attesa, come è lontana la gioia dell’annuncio nella nostra vita.

E con Michele:

“Non escono più stelle ad indicare

il cammmino sicuro.

Nella notte

improvvisa precipita col  buio

la spoglia semplicità di ogni destino “

Ma il Signore rovescia i nostri preventivi, ci chiede di credere senza riserve, di ascoltare la Voce che grida nel deserto… ma non contraddice la nostra umanità.

Ancora Michele:

“Anche se il giorno arriva troppo tardi

con le mani protese  da lontano

vivo l’attesa che da sè consola”

Il Dio che viene guarda i piccoli, i poveri come suo tesoro, sazia chi ha fame, difende e libera chi confida in Lui. Egli si fa comprensibile a noi nel Padre che fascia le ferite dei figli, che raccoglie tutti nella sua misericordia. E se siamo liberi possiamo aprire una via al Padre confidando nella sua Parola, possiamo sfondare le barriere del nostro amore volendo su di noi il suo Amore

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica il commento alle letture della III Domenica di Avvento Anno B 2014

Pubblicato in Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

II Domenica di Avvento 2014

Immagine di repertorio, presepe allestito in Basilica

Immagine di repertorio, presepe allestito in Basilica

Cari amici,

Giovanni ci insegna nell’attesa una via di purificazione, io vi ho battezzato con acqua, per avvicinarci a Dio e annuncia il Dio che viene a noi in Cristo Gesù che ci battezzerà, ci immergerà nello Spirito, ridandoci la vita. Egli ci è Padre, anche quando non sappiamo o non possiamo credere, anche quando pensiamo di bastare a tutto, e viene incontro con la sua tenerezza alla nostra fragilità, con la sua forza alla nostra debolezza perché i dimenticati siano amati e abbiano sostegno, perché i forti operino nell’amore e nella giustizia.

Scrive Anna:

“…fiochi lampioni
specchiano pozzanghere ai miei passi
buche di pianto, fatiche e silenzi,
incolmabili se Tu non fossi
nel nostro sangue, nelle mie ossa…”

e

“sento che Tu sei punta viva, voce
che consola, inquieta, innamora.”

Agostino commenta così il brano del Vangelo:

“Vi furono dei profeti prima di Giovanni, e molti, e grandi, e santi, degni di Dio, pieni di Dio, che preannunziavano il Salvatore, testimoni della verità. Nondimeno, di nessuno di loro si poté dire quel che fu detto di Giovanni: Tra i nati di donna non è sorto uno più grande di Giovanni Battista. A che mira una tale grandezza inviata a precedere il Grande? Alla testimonianza di una profonda umiltà… Giovanni poté vederlo, lo conobbe, gli rese testimonianza. Si abbassò davanti al potente, così che, dal potente, l’umile venisse esaltato”

Il Signore colma le nostre divisioni, acquieta le nostre angosce  se solo sappiamo guardare al di là dei nostri conflitti, delle nostre chiusure, delle vicende piccole o grandi, felici o senza speranza della nostra vita, e vogliamo alimentare dentro di noi la fiducia. Il tempo di Dio si compie oggi per noi in ogni atto d’amore, in ogni scelta di giustizia e di fedeltà, in ogni desiderio di Lui, in ogni preghiera, nella speranza di nuovi cieli e terra nuova… nella pace (Pt)

Buona Domenica

Anna e Marco

Il commento alle letture della II Domenica di Avvento 2014

Pubblicato in Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

S. Messa nel trigesimo della scomparsa di Antonio

Per ricordare il caro nostro amico Antonio Setti, già economo del Comitato Pavia Città di Sant’Agostino, verrà celebrata l’Eucarestia in suo suffragio il prossimo 12 dicembre alle ore 18,30, nel trigesimo della sua morte. La S.Messa verrà celebrata nella Sacrestia della Basilica.

Pubblicato in Comitato Pavia città di sant'Agostino | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dicembre 2014 in Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro

Presepe Convento San Pietro in Ciel d'Oro (Pavia)

Presepe Convento San Pietro in Ciel d’Oro (Pavia)

Cari amici ecco il Foglio Informativo degli appuntamenti della BAsilica di SAn Pietro in Ciel d’Oro di dicembre 2014

Sono 25 anni che è stato eretto il Vicariato di Apurimac. In preparazione al Natale proponiamo di aiutare questa nostra missione agostiniana in Perù, destinando il risultato di un vostro sacrificio: una giornata di lavoro, la rinuncia a fumo, spettacoli, bevande…per questa opera di carità.

 Novena dell’Immacolata e di Natale

Dal 29 novembre al 7 dicembre si svolge la novena in preparazione alla solennità dell’Immacolata concezione di Maria: al termine della S. Messa delle 18,30 si fa l’omaggio a Maria cantando il Tota Pulchra; dal 16 al 24 dicembre in preparazione al Natale si recitano le antiche antifone “maggiori”.

Vi aspettiamo in Basilica per questo cammino di Avvento!

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

I Domenica di Avvento 2014

I Domenica di AvventoI Domenica di Avvento

I Domenica di Avvento

Cari amici,

il Signore Gesù ci invita a vegliare nella attesa della sua venuta. Nel nostro tempo abbiamo tolto Dio dalla nostra prospettiva, crediamo l’uomo demiurgo di se stesso, ci gloriamo della nostra giustizia e della nostra civiltà e siamo testimoni di orrori, di fame, di guerra, di annientamento. Scrive Agostino: “ Paolo così esortava i cristiani per aspettare la seconda venuta del Signore ed essere pronti ad accoglierlo coi fianchi cinti e con le lampade accese. Voi però, miei fratelli, diceva loro, non siete nelle tenebre in modo che quel giorno tremendo vi possa sorprendere come un ladro. Voi tutti infatti siete figli della luce e del giorno; noi non apparteniamo né alla notte né alle tenebre…. L’esortazione di S. Paolo si ricollega con quella che si trova scritta nel Vangelo di Marco: Vegliate dunque, perché non sapete quando verrà il padrone di casa, se la sera o a mezzanotte o al canto del gallo o la mattina, affinché, venendo all’improvviso, non vi trovi a dormire. Quel che dico a voi, lo dico a tutti: Vegliate. Chi sono tutti coloro ai quali si rivolge il Signore, se non i suoi eletti e prediletti che sono parte del suo corpo, il quale è la Chiesa? ” E’ un atteggiamento di grande dignità oltre che di fede quello del credente che opera giustizia, in attesa e nella speranza della venuta del Signore; che vive il Comandamento dell’amore degli altri come la misura della sua vita; che chiede e dona amore a Dio nella preghiera, nella pazienza.

E con le parole di Michele

“Supplico il tuo sguardo nella veglia

e immagino di te che come il vento

sai già della mia fragilità.

Tieni tu il filo che dal labirinto

ci conduca sicuri ad una uscita.”

Vegliare è fatica e discernimento, è gettare la speranza oltre il nostro limite, oltre la nostra ragionevolezza, in un Dio che non vediamo. E’ questo “affidarci” il senso dell’Avvento.

Buona Domenica

Anna e Marco

Scarica il commento alle letture della i Domenica di Avvento 2014

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro, Commento alle domeniche dell'Anno Liturgico | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Ciao Antonio

Antonio Setti, economo del Comitato Pavia Città di Sant’Agostino, è tornato alla Casa del Padre. I funerali saranno celebrati sabato 15 novembre alle ore 11 nella chiesa del Sacro Cuore – zona Ticinello – a Pavia.

Ciao Antonio, grazie per la tua amicizia

| Lascia un commento

Incontro dei Laici Agostiniani del Nord Italia

Domenica scorsa si è svolto nel convento di San Pietro in Ciel d’Oro l’Incontro dei Laici Agostiniani del Nord Italia. Padre Marco Di Benedetto ha tenuto la conferenza  “Unità e diversità dei carismi nella Chiesa”

incontro laici agostiniani del 9 novembre

incontro laici agostiniani del 9 novembre

Pubblicato in Appuntamenti della Comunità Agostiniana di Pavia, Attività della comunità agostiniana, Basilica di san Pietro in Ciel d'Oro | Contrassegnato , | Lascia un commento